Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘stelvio’

Sabato 19 Luglio 2008, ore 6.00 inizia il lungo viaggio dello staff Amperini verso l’Ortles per assistere Unclepol nella scalata in bicicletta al passo dello Stelvio.

Il viaggio di avvicinamento è durato dirca tre ore, compresa sosta rifornimento in autogrill.

Dopo circa tre ore di viaggio siamo arrivati a Prato Stelvio, da li inizia l’avventura. Scaricata la bici dalla macchina, Unclepol inizia i 26 km di salita che lo porteranno ai 2760 metri del passo.

Mentre pedalava, il resto dello staff (white-rabbit, Deuspico e P3go83) facevano assistenza in macchina, la scalata è durata in tutto circa due ore e mezza, nulla da dire in particolare sulla salita, chiaramente non è stata una passeggiata, molti sono stati gli incontri/sorpassi con altri ciclisti.

Fortunatamente il tempo è stato clemente, il sole splendeva alto in cielo, la temperatura era piuttosto bassa ma essendo su un ghiacciaio non ci si poteva certamente aspettare il caldo.

Momento più atteso della giornata è stato il pranzo alla Forst di Merano.

Un doveroso ringazziamento va a tutto la staff Amperini che mi ha assistino durante la scalata, grazie ragazzi alla prossima!

Read Full Post »

Frane: chiuso il Passo dello Stelvio

immagine

BOLZANO — Mille metri cubi di fango e detriti minacciano, come una spada di Damocle, la strada che sale al Passo dello Stelvio dal versante altoatesino. Tutta colpa delle forti piogge degli ultimi giorni, che hanno costretto le autorità a chiudere l’accesso al passo fino a che non sarà messo in sicurezza. Rimangono accessibili al traffico l’accesso dalla Svizzera e dalla Lombardia.

Lo Stelvio, prezioso collegamento stradale fra la Valtellina e la val Venosta nonchè celebre meta turistica, rimarrà chiuso a tempo indeterminato. Le continue e forti piogge degli ultimi mesi e in particolare degli ultimi giorni, infatti, hanno provocato la caduta di alcuni massi sopra l’abitato di Traofoi e aumentato il rischio di nuovi smottamenti su tutto il versante della montagna.
Il pericolo più allarmante per ora riguarda circa 1000 metri cubi di acqua, detriti e rocce che gravano sulla strada che sale dall’Alto Adige. Un versante che dovrà essere interamente messo in sicurezza, e che nel frattempo sarà vietato alla circolazione delle automobili. Il divieto di transito è stato esteso anche a ciclisti, moticiclisti e pedoni.
Ancora ignota la data di riapertura del versante altoatesino del passo, che con i suoi 2.718 metri è il più alto d’Italia e il secondo più alto d’Europa. Le uniche vie di accesso possibili, per ora, restano quelle dalla Svizzera e dal versante lombardo.

Read Full Post »