Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘lavoro’

In vita prima o dopo si deve anche lavorare, capita spesso di fare lavori che non sono esattamente la fine del mondo.

Certamente è ancora peggiore aver lavorato in un mese estivo e non aver ricevuto lo stipendio!

Oggi è proprio questo che festeggiamo: Buon compleanno Stipendio di Luglio!

Sono commosso, l’ho visto arrivare ancora un anno fa, ed ora è ancora li: fermo immobile 🙂

Read Full Post »

In questi ultimi mesi mi sono imbarcato in un progetto che, in questo momento, mi ha messo difronte ad un compito abbastanza lungo e ancor più noioso.

Oggi ore 05:16 a.m. (!!!) ho finito l’ultimo di una serie di disegni da svolgere su pc.

Visto che c’ero mi son detto:”Perchè non spendere due minuti per buttar giù due righe?!”

Ora sto anche valutando l’idea di fare “un dritto”, ma credo che qualche oretta la dormirò pur’io. Spero siate tutti intenti a sognar qualcosa d’interessante 🙂

Read Full Post »

Demente:

E’ una questione di semantica, se ti dicessi che demente è chi lavora in un ufficio 50 ore alla settimana per 50 anni e poi un giorno si sente dire vaffanculo? Dopo di che finisce in uno spizio sperando di morire prima di vivere l’affronto di non arrivare alla toilette in tempo.. La definizione di demente potrebbe essere questa.. [Fonte]

Come non condividere?! (:

E si ritorna sempre alla solita frase tanto gettonata ed amata:”To live fast and die young

Read Full Post »

Ciò che mi manca in questo momento è il senso di libertà.   Non sono ancora pronto a rimanere vincolato per il resto della vita, sono troppo giovane per morire dentro.rabbitfree
Invidio tutti coloro che s’accontentano d’avere un buon lavoro, comprare casa e metter su famiglia. Io non ci riesco.

Read Full Post »

Finalmente è arrivato il week-end.

Due giorni di relax e puro cazzeggio (visto anche il tempo bigio).

Tre sono le cose principali a cui è dedicato il mio week-end:

  1. recuperare le ore di sonno perse durante la settimana (dormendo quelle 22 ore in due notti…) [cfr: Il momento più bello della settimana];
  2. disintossicarsi dalla caffeina ingollata durante la settimana lavorativa sotto forma di caffè, caffelatte, ma anche redbull (rigorosamente con vodka alla menta!);
  3. poter stare due giorni senza ascoltare Virgin radio, che sono costretto a sorbirmi 8 ore al giorno al lavoro.

Vorrei soffermarmi un attimo sul terzo punto, che a un primo acchito può sembrare stupido.logo_virgin_radio

Avete  mai fatto caso a quanta cazzo di pubblicità fanno al giorno le radio? No? Beh io sì e vi assicuro che non è una bella cosa sapere a memoria i jingle degli spot, persino quelli più odiosi! Una di queste mattine, da quanto ne avevo le palle piene, mi sono messo a contare il numero di pubblicità trasmesse… risultato? 13 pubblicità in 4 ore!!!! Cioè capito? Significa 26 pubblicità in una giornata lavorativa, e mettendo anche meno di 3 minuti per ogni pubblicità (volendo esser buoni) risulta più di un’ora su otto: scandaloso!!!

E pensare che fino a pochi mesi fa mi piaceva anche come radio Virgin, bella musica, pochi dj che sparano cazzate… adesso invece mi è andata talmente in odio che non potete neanche capire!

Se poi, preso dalla disperazione mi trovo a spegnere la radio durante le pubblicità e un collega mi dice: “non so se è più fastidiosa la pubblicità o te che spegni e riaccendi la radio”, mi cascano le braccia…

Soluzione proposta: passare a una web radio tipo deezer, solo musica, solo il genere che preferisci ma soprattutto NIENE PUBBLICITA’! (anche se ultimamente ci stanno piazzando un po’ troppe canzoni francesi su deezer, vero wr?)

Read Full Post »

Probabilmente qualcuno di voi ha già sentito parlare del referendum elettorale nella terza domenica di votazioni consecutiva, ma data la scandalosa decisione che è stata presa per la data, non potevo non fare eco a questa notizia.

Sono due le date possibili in cui poter votare questo referendum il 7 giugno e il 14 giugno. L’obbiettivo del referendum è cambiare l’attuale legge elettorale figlia di un padre privo di ogni remora nel chiamarla con il suo vero nome.

Come oramai sanno tutti, viviamo in un periodo storico economicamente instabile. Sperperare non è mai una buona cosa, specialmente se i soldi non sono tuoi. Farlo in momenti come questi fa affiorare un’incoscienza profonda e una mancanza di rispetto nei confronti di tutte quelle persone che, con le loro ore di lavoro rubate alla vita privata, portano avanti la speranza di poter migliorare le proprie sorti.

Il 7 giugno, come ormai si sà, ci saranno le elezioni europee ed amministrative. Una mente con un senso logico ingloberebbe in questa data anche il referendum elettorale, ma a quanto pare non abbiamo molti cervelli al governo con questo tipo di idea. Infatti, le votazioni per il referendum verranno fatte il 14 giugno.

Alcuni economisti hanno scritto un articolo su Lavoce, nel quale fanno una stima di quanto ci verrà a costare la scelta di far votare il referendum il 14 giugno invece che il 7.

Quattrocento milioni di euro, ecco quanto costerà, forse in lettere non rende bene: 400.000.000€ !!

Tutto questo, almeno è quello che mormorano i mal pensanti, per stancare la gente a forza di elezioni ed impedire così il raggiungimento del quorum necessario per convalidare il risultato del referendum (a volte pensando male ci si azzecca però).

Si parla tanto di sicurezza, si vanno persino a raccogliere gli spiccioli ai morti (mi riferisco ai conti dormienti), ma non si riesce a vedere che con sole due decisioni derivanti dalla disonestà dei reggenti (il cambio del sistema di voto alla camera prima, e lo slittamento della votazione del referendum ora) ci sono già costati 800.000.000€, quasi un miliardo di euro! Con una cifra simile la polizia locale non dovrebbe centillinare la benziana nei serbatoi delle auto e la sanità potrebbe rinarsi lei stessa.

Su questo sito avrete la possibilità di ascoltare la conferenza stampa del comitato referendum elettorale che, se anche può risultare un po’ lunga, vi consiglio di ascoltare.



Read Full Post »

gioco governo immagazzinare ‘zzi tuoiandare fuga illusione codice fare Berlusconi visitare idea percorso quaderno soldi libertà politica cv eternità paura incidente errore organizzazione ipocrita D&Gricchezza articolo pulsante sbarreschiavitù mafia penna scorretto guida tassa espressione segreto giudizio specchio catene vaffanculo musica Rai calcolatrice cd fortuna fans interessi bestiame frainteso seguito scopo recinto fessi sfogo blog correre tv peccato crepa informazione museo intrattenimento internet incapacità lobotomizzati banche lavoro l’uomo neropensare ladro evitare sincerità pubblicità indotto cellulare irresponsabile vestiti cibo click gancio monte osservare medietà circolarecapitale superficiale

Così tante cose insieme non avrei potuto scriverle in maniera diversa. Vedetelo come una specie di gioco, una giungla nella quale ci sono diversi sentieri, ognuno dei quali porta qualcosa in se.

Read Full Post »

Older Posts »