Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Motori’ Category

Una bella macchina nuova, ecco cosa vorrei!

Molte persone prima o dopo se ne possono uscire con questa frase. A volte l’automobile diventa quasi un sogno, specialmente se si desiderano auto lussuose.

L’altro giorno ho visto in tv una nuova vettura, solo di sfuggita e per pochi secondi. Dalle immagini sembrava elegante e massiccia, ma mi era rimasti impressi un po’ di spigoli.

Per l’esattezza mi sono rimasti impressi 4 spigoli: quelli che fanno della macchina 3 cubi affiancati su ruote!

Una curiosa soluzione stilistica 🙂

Ma quale sarà mai la casa produttrice che vuol far viggiare su ruote per le nostre strade questi 3 cubetti di metallo?

…Un po’ di pazienza ed eccovi la risposta:

Ecco a voi la nuova Lancia/Chrysler Thema!

Ormai il nuovo piano aziendale di Marchionne è svelato. Appena arrivato in Fiat oltre a dichiarare che gli operai non incidono affatto, o assai poco, sul costo della macchina, disse anche (sempre Marchionne) che non c’era da preoccuparsi: di idee per nuovi modelli ce n’erano un’infinità. Quando “comprò” Chrysler, se non ricordo male, promise che avrebbe portato negli USA un’auto dai consumi ridotti.

Soluzione all’enigma?

Portare i modelli Chrysler in Italia e la 500 negli USA 😉

Annunci

Read Full Post »

..E si potranno ottenere risultati soddisfacenti 🙂

Read Full Post »

Come si sa l’inquinamento è diventato la piaga di tutte le maggiori città e dei paesi limitrofi. Per diminuire l’inquinamento dovuto ai gas di scarico delle automobili si sono adottati, nel tempo, rimedi più o meno inefficaci.bollino-blu Il Bollino Blu (qui sopra lo potete vedere in una foto sfocata su vetro sporco) “permette di mantenere entro limiti contenuti le emissioni di gas di scarico” (definizione tratto dal sito della regione veneto).

Anche se sarebbe più corretto dire: Certifica che l’autoveicolo inquina nei limiti di legge; a meno che non sia una specie di sigillo magico che fa diminuire misteriosamente l’emmissione di gas malevoli. Quel che mi preme dire è: considerando che ancora oggi, dopo alcuni anni di Bollini Blu, ogni volta che metto il naso in città mi sembra di respiare aria dallo sfintere di un macaco; i blocchi del traffico ci sono ancora e aumenteranno con l’arrivo dell’estate. Si evince che questo povero Bollino Blu non sia poi da considerare il nostro salvatore.

Tranquilli, non farò la domanda “Allora come mai c’è ancora?”.

Sulla mia vettura il Bollino Blu era scaduto da un’anno e mezzo, ero molto tentato d’aspettare altri sei mesi (giusto per non separarmene così in fretta), ma sono andato a rinnovarlo: l’auto è passata senza nessun problema.

Da questa esperienza ho potuto capire un paio di cose:

  1. Al posto di un controllo all’anno lo potrebbero fare ogni duo o tre;
  2. L’unico vero merito che ho potuto attribuire al Bollino Blu è stato quello di evitarmi una sanzione da parte della polizia stradale, la quale mi ha fermato due settimane dopo il rinnovo.

Già, nel caso non lo sapeste, chi viene trovato senza Bollino Blu riceve una sanzione di 71€, almeno è quello che c’è scritto nel comunicato stampa del sito regione veneto datato 15 giugno 2006 (non ne ho visti di più recenti). Sempre nel medesimo sito, si possono leggere un altro paio di cose interessanti:

  1. “Dall’obbligo del bollino blu, valido su tutto il territorio regionale, saranno esentati i veicoli a motore immatricolati dopo il 1° luglio 2004: per tali automezzi l’obbligo del bollino scatterà contestualmente alla prima revisione prevista.”;
  2. “I Comuni dovranno destinare parte significativa dei proventi a interventi per contenere l’inquinamento atmosferico da traffico.”.

Mi piacerebbe sapere quali provvedimenti, a parte la pulitura delle strade e i blocchi del traffico, hanno adottato per contenere l’inquinamento.

Magari lo stato e le regioni, ora che si sono rimpinguate con un po’ di denaro derivante dai famigerati bollini, potrebbero attivare degli incentivi a tutte quelle auto che non usano i classici motori benzina e diesel (mi riferisco anche ai multijet et similia!!).

Sia mai che la Fiat smette di fare auto che si scollano, scolorano, possiedono strane aereodinamiche e che assumono strane bombature con l’andare del tempo (vedere foto di repertorio 1 e 2).

Read Full Post »

Uscita del team amperini al completo al motorbike expo di Verona. Tante moto ma soprattutto tante belle ragazze in posa…

Read Full Post »

Venerdì sera, circa mezzanotte, lo staff Amperini quasi al completo (Deuspico guarisci!) torna verso la macchina in via Adigetto a Verona.
Passando dietro una Kia Sorento parcheggiata lì vicino unclepol esclama: “Attenti che c’è una donna al volante e ha la retro ingranata!”, suscitando l’ilarità dell’intera combriccola.

Passano neanche 30 secondi (il tempo di arrivare alla fusion di unclepol) che sentiamo un botto… Pensiamo subito che la bionda deve aver preso dentro a qualcosa in retro tipo un’insegna o un cassonetto. E vediamo in lontananza la Sorento ripartire sgommando.

Partiamo in quella direzione e questo è ciò che ci si prospetta davanti:

pilottino

Proprio una bella manovra!

Ma un pilottino di pietra di quelle dimensioni non penso sia così facile buttarlo giù! E pensando alla distanza dal parcheggio al pilottino (almeno 5/6 metri!) ci si domanda: ma a cosa stava pensando? a che velocità andava? cosa stava guardando? dove voleva andare?

Se pensiamo che al posto del pilottino ci poteva essere un bambino ad esempio… brrrrrr! meglio non pensarci!

Questa moda dei SUV non la capisco: in città sono perfettamente inutili! Dei pachidermi difficili da gestire, da parcheggiare e che danno una visuale ridotta (soprattutto dietro), sei poi sono anche dati in mano ad una donna… d’altronde: donna al volante…

PS: l’ultima foto è del tytn di white-rabbit: avrà anche un anno, ma fa delle foto pietose!

Read Full Post »

A fronte del sempre più alto costo del carburante, molte case si stanno atrezzando per proporre nei loro listini mezzi di trasporto ad alimentazione ibrida o altenativa. Restando in ambito di scooter e moto, alcune case anche italiane stanno già proponendo sul mercato scooter a trazione elettrica. Non si può pretendere di avere prestazioni paragonabili a quelle di un motore endotermico, ma per il tragitto casa-lavoro penso potrebbero essere una buona alternativa ai classici mezzi. I costi di acquisto sono ancora alti, si parla di diecimila euro per uno scooter “125″ e di circa quattromila per un “50″. Dando un’occhiata alle caratteristiche tecniche, anche le prestazioni non sono un gran che, il “50″ garantisce una velocità di 50 km/h ed una autonomia di circa 40 km, stessa autonomia per il “125″ ma velocità di punta di 100 km/h. Aspettando e sperando in uno sviluppo futuro di questi motori, riporto il link di una casa svizzera che produce moto da fuoristrada elettriche omologate per circolare anche in strada http://www.quantya.it/

Read Full Post »

Pubblicità Audi R8

Post inutile, solo per mantenere la media di un post sul blog al giorno: buona serata a tutti!

Read Full Post »

Older Posts »